Risveglio interiore

La ricchezza è dentro di me, ma non mi hanno insegnato a cercarla

Ho letto diversi libri sulla ricchezza negli ultimi anni …

A scuola ci hanno insegnato a stare fermi dietro ai banchi e non ci hanno lasciati liberi di esprimere noi stessi attraverso la creatività o l’istinto. Proprio come poi facciamo al lavoro, la scuola ha creato dei dipendenti.

Vi svelo un segreto: io ho sbagliato scuola…. troppi numeri per il mio emisfero destro predominante.

Attirare benessere economico

Se a scuola ci insegnassero ad investire, a creare ricchezza, a realizzare un prodotto nostro e ad esprimerci in base a ciò che sentiamo dentro, saremmo tutti molto più allineati col nostro percorso e con la nostra missione.

Sono sicura che c’è chi ce l’ha fatta e ha realizzato ciò che sentiva dentro e si ritiene felice, ma la maggior parte di noi si trova in un momento di cambiamento e transizione, dovuto anche al sistema scolastico sbagliato per quest’Era.

Come vi dicevo, ho letto diversi libri sulla ricchezza, e sto facendo del mio meglio per attirare a me benessere economico. Sono libri veramente interessanti, il loro punto in comune è il pensiero positivo, il credere in quello che si fa, credere in se stessi, ma soprattutto agire con il cuore, non solo con la mente.

PensaRE diverso

Come mi piace dire: sul mio pianeta non esiste la matematica e tutt’ora di numeri ne capisco poco… E se mi sono incarnata qui, almeno so che la mia missione non è fare la ragioniera, o la cassiera, o l’impiegata al negozio di Cambio Oro, ma realizzare qualcosa di creativo senza fare calcoli.

Nonostante il percorso scolastico (sbagliato) che ho fatto, ho capito che nella vita si può pensare col proprio sentire interiore e in modo diverso agli insegnamenti appresi da giovani, basati sulla dipendenza lavorativa, sulla pensione da raggiungere dopo faticosi anni di lavoro, e sul guadagna-consuma-crepa.

Sopravvivere per godersi la vita da vecchi

Da ragazzina sentivo che qualcosa non andava in questo sistema, ma ho seguito “la strada che dovevo seguire” cioè studiare –  trovare un lavoro – andare a lavorare – godersi i weekend – andare al mare illudendosi che “ferie” significhi libertà – lavorare ancora – spendere i soldi che guadagno – e accumulare contributi perché un giorno quando sarò vecchia potrò finalmente godermi la vita e il tempo libero grazie alla pensione.

CHE CULO! Ma perché non godersela durante, la vita??

Positiva e solare, mi definisco Mamma della Nuova Era perché ho scelto il parto in casa, ho fatto il Lotus Birth, e per un buon periodo sono riuscita a gestire lo svezzamento fisiologico. Allatto ancora - Re Gnappy ha 1 anno - e uso felicemente i pannolini lavabilii e ho scelto i lavabili anche per me....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

wp-puzzle.com logo